Warning: array_merge(): Argument #2 is not an array in /home/casavac6/public_html/wp-content/plugins/cookie-notice/cookie-notice.php on line 104
Sua maestà Etna, si risveglia la vigilia di Natale - Case Vacanze in Giardini Naxos & Taormina

News

Resta aggiornato su eventi, notizie e promozioni
25 Dic

Sua maestà Etna, si risveglia la vigilia di Natale

WhatsApp Image 2018-12-28 at 14.26.33

Alla vigilia di Natale l’Etna torna a farsi sentire: è in eruzione: improvvisa esplosione dal cratere principale del vulcano a 3300 metri di quota. L’esplosione segue l’attività stromboliana del Nuovo Cratere di Sud Est del Vulcano. L’attività è caratterizzata da esplosioni nonché da emissioni di cenere lavica. Da inizio di aprile 2016 gli studiosi hanno registrato una graduale ripresa dell’attività eruttiva nella parte più alta del vulcano che si è manifestata con un aumento dell’emissione di gas soprattutto dal Cratere di Nord-Est.
L’attività sismica è stata accompagnata da un graduale incremento del degassamento dell’area craterica sommitale, inizialmente con sporadiche emissioni di cenere emesse dalla Bocca Nuova e dal Cratere di Nord-Est, che sono culminate alle ore 12.00 circa in un denso e continuo pennacchio di cenere scura. Dopo circa cinque minuti è iniziata un’intensa attività stromboliana localizzata alla base meridionale del Nuovo Cratere di Sud-Est, probabilmente scaturita da una fessura eruttiva. Contemporaneamente l’attività stromboliana è ulteriormente incrementata ancheEtna eruzione del 24 12 2018 alla Bocca Nuova e al Cratere di Nord-Est.

Nel complesso, la nube di cenere generata dall’insieme delle bocche eruttive ha prodotto un pennacchio di cenere scura molto consistente, spinto dal vento nel quadrante sud‐orientale del vulcano.La cenere vulcanica è ricaduta prevalentemente nei dintorni di Zafferana Etnea e Santa Venerina, Nel corso della sua propagazione, la fessura eruttiva apertasi in Valle del Bove ha alimentato alcune colate di lava che hanno attraversato interamente la parete occidentale della valle stessa, raggiungendone il fondo ed attestandosi, verso le ore 17.00 UTC del 24 dicembre, a quote variabili tra 1650 e 1800 metri circa.

WhatsApp Image 2018-12-28 at 14.26.33 (2)Nelle prime ore del 25 dicembre l’eruzione è ancora in corso. Una colata di lava continua a riversarsi nella Valle del Bove, alimentata dalla frattura eruttiva la cui bocca più bassa si trova a circa 2400 m di quota, lungo la parete occidentale della valle stessa. I Crateri Sommitali, ed in particolare la Bocca Nuova e il Cratere di Nord-Est, producono una continua attività stromboliana che alimenta un pennacchio gassoso ricco di cenere vulcanica. Continua anche lo sciame sismico che accompagna l’eruzione; da ieri mattina, in circa ventiquattro ore, sono avvenute oltre settecentocinquanta scosse sismiche registrate dalla rete sismica dell’INGV Osservatorio Etneo.WhatsApp Image 2018-12-28 at 14.26.33 (1)