La leggenda dei due fratelli Alcantara

V’era un tempo in cui il fiume Alcantara scorreva placido in un letto tranquillo, senza scosse o ripide o salti. E rendeva fertile la valle. Gli uomini però erano malvagi: si danneggiavano tra loro e non rispettavano la natura.

Nella valle vivevano due fratelli che coltivavano insieme un campo di grano. Uno dei due era cieco.
Al momento di spartire il raccolto il contadino sano prese il mojo e si accinse a dividere il grano. Una misura per sé e una per il fratello. Spinto dalla malvagità, però, si riservò gran parte del raccolto. Un’aquila che volava sopra il loro campo vide e riferì tutto al Signore che scagliò un fulmine contro l’imbroglione, uccidendolo.

Il fulmine colpì anche il Nike di Giardini Naxosmucchio di grano ingiustamente accumulato che si trasformò allora in una montagna di terra rossa dalla quale, sbuffando, usci un fiume di lava che incanalandosi per una stretta valle giunse fino al mare e qui che NETTUNO il DIO del mare, fermò con le proprie mani questo fiume incandescente.( Esattamente in Giardini Naxos dove oggi è posta su quella colata lavica una scultura a simboleggiare la vittoria alata NIKE )  e  fu così che la colata lavica ribollì su se stessa.