Warning: array_merge(): Argument #2 is not an array in /home/casavac6/public_html/wp-content/plugins/cookie-notice/cookie-notice.php on line 104
Quando Dio creò l’Italia - Case Vacanze in Giardini Naxos & Taormina

Quando Dio creò l’Italia

Italy_at_night_largeFinalmente Sole, finalmente Mare… due elementi che fanno del Bel Paese uno dei posti più belli al mondo dove passare un’estate all’insegna del relax, del divertimento, della cultura e del benessere

Quando Dio creò il mondo, volle che una piccola parte della Terra riunisse in sé tutte le bellezze del creato…Volle, cioè, che fosse lambita tutto intorno, da tre incantevoli mari e guardata da monti altissimi e scintillanti di ghiacciai perenni.spiaggie-Italiane

Volle che fosse chiomata di boschi folti e rigata di ruscelli, ammantata di pascoli verdi, ingioiellata di laghi azzurri, irrigata da fiumi limpidi e sonori.
Volle che vi fossero ampie distese di frumento, ulivi e viti, limoni ed aranci, e pesche e meli e peri.
Volle che fosse ricca di vallate ubertose, cosparsa di paesi ridenti e di splendide città.
Volle che diventasse ricca di monumenti, di opere d’arte e di ricordi storici.
Volle che fosse abitata da un popolo di sobri lavoratori e che desse al mondo i più grandi santi, i più grandi artisti e i più grandi eroi.

 

Volle che uomini e donne fossero veramente capaci di sfociare un fashion inimitabile.
Volle che uomini e donne fossero veramente capaci di regalare grandissimi emozioni.
Volle che uomini e donne fossero veramente imitati per il loro stile di vita.
Volle che vicino vi fossero due isole , e che una in particolare avesse tre punte e si chiamasse Trinacria e che fosse contornata da altrettanti tremari,e di cui, una punta si toccasse molto da vicino con la terra madre.

Tutto questo lo volle Dio . . . Ed ecco che sorse l’Italia, l’Italia bella, l’Italia nostra. E la Sicilia fa parte di questa terra!

Osserva ora con attenzione la posizione della Sicilia: essa è proprio.

Al centro del Mar Mediterraneo!

Monica Bellucci e Daniel Craig sul set di RomaOra, devi sapere che questo mare ha avuto in ogni tempo una grandissima importanza: tanto grande che i popoli affacciati ad esso diventavano veramente potenti solo se riuscivano a dominarlo e a navigare da padroni nelle sue acque.

Durante il corso della Storia, diversi furono i popoli che vi riuscirono e, secondo che furono l’uno o l’altro, ecco che la Sicilia,

posta com’è proprio nel bel mezzo di quel mare, divenne oggetto di conquista dell’uno o dell’altro di quei popoli.

Santo cielo? ma allora i Siciliani non sono . . . Siciliani;   sono . .. tutti quei popoli messi assieme!

Beh, ora esageri! I Siciliani sono Siciliani, e come !   C’è, però, qualcosa di vero in quanto tu dici, perché ognuno di quei popoli lasciò nell’isola i segni della propria civiltà: usi, costumi, arte, eco., che si fusero sempre mirabilmente insieme, dando vita, col passare del tempo, ad un’unica civiltà che è appunto quella siciliana.

Vicina com’è all’Italia, però, la Sicilia ha soprattutto assorbito, in ogni tempo, la grandissima civiltà italiana.

In quest’ultimo secolo, poi, essa è entrata addirittura a far parte della Storia d’Italia; e in modo così vivo e così completo, che non è più possibile pensare l’una senza l’altra.
Infatti, oggi, anche se qualcuno sostiene il contrario, l’Italia non può più fare a meno della « sua Sicilia »,

così come la Sicilia non può più fare a meno della « sua Italia ».

Concludiamo, ricordando che la Sicilia è uno dei piùAlba sulla baia di Taormina con l'Isolabella affascinanti paesi non solo per l’incanto della sua natura, per la dolcezzadel suo clima e per le sue ricchezze artistiche.

Essa offre, al turista che sa visitarla con amore, anche lo splendore della sua anima, e cioè quel complesso di usi, di costumi e di tradizioni che costituiscono la sua più intima e preziosa vita.

… e si arriverà smarriti a capire che forse una vacanza per tutto questo non basterà mai.